Purificatori e depuratori d’aria

Un purificatore d’aria può migliorare – in maniera consistente e soprattutto immediata – la qualità della nostra vita. Tutto ciò perchè va ad agire direttamente sull’aria che – a casa, in ufficio, in macchina – respiriamo per l’intera giornata

È una classe di elettrodomestici in netta espansione e la cui presenza nelle famiglie italiane e nei luoghi di lavoro sta crescendo sempre di più. Tutto ciò perchè – quotidianamente – siamo sempre più preoccupati dall’inquinamento, dallo smog, dalle polveri sottili

I purificatori d’aria migliorano la qualità della vita?

Tutti questi fattori sono causa di malessere, allergie, di malattie più o meno gravi al sistema respiratorio. Patologie in aumento e che possono essere combattute alla base anche tramite la semplice purificazione dell’aria che respiriamo

Ma come funziona un purificatore d’aria? È un apparecchio (fisso o portatile): vi passa attraverso l’aria e – tramite un filtro che può essere di diversi tipi – vengono trattenute tutte quelle particelle nocive, irritanti, potenzialmente allergiche e/o pericolose

Il loro funzionamento è acclarato: sono tanti – ormai – i medici che li consigliano ai propri pazienti in caso di riniti, allergie, raffreddori, anche sinusiti. Più un generale sono degli strumenti capaci di migliorare in maniera sensibile la vita di chiunque

Questo accade perchè la qualità dell’aria aumenta sensibilmente. È una caratteristica che riduce funghi e muffe, pollini, acari ma anche germi e virus (pensa all’inverno e alla possibilità di cacciar via dall’ambiente in cui vivi germi e virus, come quello dell’influenza

Sono stati fatti diversi studi: negli ambienti di lavoro in cui viene usato un depuratore d’aria i dipendenti soffrono molto meno di raffreddori ed allergie. Pensa a quanto tutto ciò possa valere a tra le mura di casa o all’interno della tua automobile

Come funzionano i purificatori d’aria

Sai, è un po’ come il filtro della piscina: al suo interno passa l’acqua, e vengono trattenute sporcizia e sostanze potenzialmente pericolose. È lo stesso caso di un sistema di filtraggio: l’aria di casa o dell’ufficio viene convogliata all’interno dell’apparecchio

Passa attraverso un filtro (ne esistono diversi tipi, andremo a scoprirli fra poco) che trattiene ogni particella cattiva. Quella che ne esce è aria pulita. Un’aria che ti farà stare meglio, che ti aiuterà a mantenere alta la produttività o a studiare meglio. Non è poco, vero?

Il sistema di filtrazione

Pre filtro e filtro sono quegli elementi che contraddistinguono e segnano nel profondo l’efficacia dei purificatori d’aria

Purificatore d’aria a carboni attivi

Forse è una tra le modalità più semplici ed efficaci. Alla base vi è – per l’appunto – un filtro a carboni attivi. Sono sostanze che per la loro natura porosa riescono a trattenere quelle particelle nocive ed inquinanti (pensa alle grandi città, ai periodi di smog) presenti nell’aria

È una tecnologia semplice ed efficace, anche economica. Ma vi è di meglio, di solito questi filtri non riescono a trattenere le particelle più grandi. Quindi è utile abbinare ad altre tecnologie

Ecco i migliori purificatori d’aria a carboni attivi

Purificatore d’aria per ionizzazione: gli ionizzatori

In questo caso c’è un bel salto di tecnologia. Ricordi dai tempi della scuola la questione relativa a ioni positivi e ioni negativi? In questo caso i purificatori d’aria producono ioni positivi, essi – fisicamente – vanno ad attaccarsi come una calamita alle particelle non buone. A completare il tutto vi è uno strumento caricato negativamente che attira tutto. In questa maniera tutto ciò che non è buono non circola più nell’ambiente in cui vivi

Ma c’è un problema da non sottovalutare: gli ionizzatori producono ozono. È un prodotto che viene fuori dalla reazione di cui ti parlavamo poco sopra. Ecco, l’ozono non fa troppo bene all’uomo. In quantità elevate può andare ad irritare – anche in maniera profonda – i polmoni. Tutto ciò può causare bruciori sparsi alle vie respiratorie

Sono dannosi per la salute? Potrebbero esserlo, ma nella maggior parte dei casi la quantità di ozono che producono non raggiunge i limiti capaci di far scattare un campanello dall’allarme per la tua salute o per quella di chi vive attorno a te (bambini compresi)

Purificatore d’aria con filtro HEPA

Sì, sono i migliori strumenti di purificazione dell’aria. La tecnologia HEPA (acronico di High Efficieny Particulate Air) non è recentissima (sai, durante il secondo conflitto mondiale fu usata per contrastrare in maniera efficiente l’emissione di particelle radioattive)

Solo questo basterebbe per confermare la loro efficienza. Inoltre possiamo aggiungere un numero statistico che ben dimostra un ottimo funzionamento: i purificatori HEPA trattengono il 99,7% delle particelle irritanti

Ricordi i carboni attivi che lasciavano passare le particelle più grandi? Bè, in questo caso il blocco va a riguardare anche quelle grandi 0,3 micron. E non è poco quando si parla di qualità dell’aria

E poi non producono scarichi problematici, un po’ come l’azoto. Ma attenzione: il loro consumo elettrico è più alto rispetto alle altre categorie, inoltre – alcune volte – hanno bisogno di manutenzione. Tieni conto di queste di queste evenienze valutando l’acquisto di un sistema per la purificazione dell’aria

Però di certo sono tra i più efficaci (li consigliano anche i medici) per star meglio e combattere pollini e allergie

 

Purificatore d’aria per sterilizzazione termodinamica

No, non farti intimorire dalle parole: in questa categoria rientrano gli apparati che purificano l’aria grazie al calore. Come funzionano: c’è un nucleo interno in ceramica che tocca temperature altissime (anche 200 gradi). A queste temperature la maggior parte delle particelle dannose non resiste. L’aria viene poi raffreddata e immessa nuovamente nell’ambiente

Purificatore d’aria elettrostatico

In questa categoria di depuratori d’aria delle ventole convogliano l’aria all’interno. Qui ci sono dei filtri realizzati in metallo, da loro si sprigiona una reazione elettrostatica (un po’ come quella di quei famosi panni che attirano la polvere) che trattiene le impurità nell’aria. Ma attenzione: in alcuni casi possono fare un po’ più rumore di quanto ti aspetti

Purificatori d’aria: quanti metri quadrati coprono?

Ecco, la copertura è uno dei parametri che devi valutare prima di acquistare questo apparecchio. Ci sono quelli più grandi in grado di rendere pura l’aria di un’intera casa, di un intero ufficio o di un intero negozio. Ma sono apparecchiature molto grandi, in questo caso si renderà necessaria l’installazione (molto spesso incassata, un po’ come un condizionatore d’aria) da parte di un tecnico specializzato nel settore

Poi ci sono i purificatori d’aria più piccoli che agiscono solamente sull’aria della stanza in cui sono posizionati: perfetti contro gli acari della polvere, i cattivi odori, il fumo della sigaretta (o anche in presenza di animali domestici)

Puoi scegliere un classico purificatore d’aria portatile quando vuoi agire sulla cucina, sul salotto, sull’ufficio, sulla camera da letto. In generale per ambienti che possono arrivare ai 30 metri quadrati (ma tieni d’occhio l’indicazione di ogni elettrodomestico: ci sono anche quelli che coprono aree inferiori)

È un fattore importante: un purificatore per piccoli ambienti inserito in una stanza più grande non ha un buon effetto quindi tende a non funzionare correttamente e – più in generale – a non darti i benefici per cui l’hai acquistato

Però – nel caso di un purificatore d’aria portatile – potrai spostarlo sempre con te: tenerlo in ufficio quando lavori, in cucina quando pranzi o prepari da mangiare, in salotto quando guardi la tv o in camera da letto quando dormi

I purificatori d’aria fanno rumore?

Tieni conto anche di questo, specie se pensi di usarli durante il sonno o quando lavori o studi. Ci sono modelli molto silenziosi (non li avvertirai minimamente). Altri – invece – sono un po’ rumorosi e potrebbero dare fastidio a chi ha il sonno un po’ leggero o a chi, nel corso di ogni atività, tende a distrarsi molto facilmente

Perchè scegliere un purificatore d’aria

Dopo aver letto questo articolo hai capito quanto è importante utilizzarne uno. Non c’è bisogno di una patologia particolare: migliora la qualità dell’aria così come quella della vita. Meno bruciori agli occhi, meno stanchezza, più efficienza

Ma il loro acquisto si rivela ancor più importante davanti ad allergie o a patologie respiratorie. In questo caso l’apparato respiratorio – purtroppo – va a reagire con ancor più sensibilità davanti a particelle non buone

Hai dei bambini in casa? Anche loro sono soggetti sensibili che hanno bisogno di aria pulita. Valuta l’acquisto anche se c’è qualcuno che fuma in casa, se ci sono cattivi odori, anche se in giro ci sono cani, gatti o animali domestici in generale

Come scegliere un purificatore d’aria

Tieni conto del tipo di filtro (ti abbiamo presentato i principali), dell’ambiente in cui andrai ad utilizzarlo, dei suoi consumi elettrici, della portata massima che riescono a coprire

E poi c’è un numero molto importante: CADR, sinonimo di Clean Air Delivery Rate. È un po’ la pagella del depuratore: rappresenta il volume di aria filtrata emessa nell’ambiente. Più alto è questo numero, maggiore è l’efficienza del prodotto

In generale non scegliere apparecchi con un CADR sotto i 100 punti. Sarebbe una spesa senza senso: non riuscirebbero a dare quei benefici propri che stai cercando.

Allora quale è il livello ottimale di CADR: sopra i 340 punti ci troviamo davanti ad un buonissimo elettrodomestico

Nella scheda tecnica di ogni prodotto troverai il parametro CADR, tienilo d’occhio prima di acquistare online o in negozio un purificatore d’aria

La manutenzione: pulizia e cambio dei filtri

La potenza ed il funzionamento di questo tipo di apparecchiature deriva dal filtro. Un filtro significa efficacia bassa o pari a zero. Consulta il livello di istruzioni, controlla quando è necessario pulire il filtro o – addirittura – cambiarlo

Nelle fasi di pulizia non usare detergenti molto aggressivi: limitati ad acqua, in aggiunta – qualora lo sporco fosse tanto – aggiungi un detergente neutro. Altrimenti rischierai di rovinare l’apparecchiatura

La nostra selezione TOP

Purificatore Levoit a 3 strati, filtrazione del 99,97%

Offerta
Levoit Purificatore Aria Hepa Casa, 3 Strati Filtrazione, Effetti Filtrazione 99,97%, Luce Notturna Regolabile, Perfetto per Animali Domestici, Fumatori, Allergici, Formaldeide
  • TECNOLOGIA HEPA: Filtra 99,97% di polvere, fumo, odori, sapore di muffa. Questo purificatore d'aria grande filtra particelle piccole di 0,3 micron e...
  • 3 FASI FILTRAZIONE: Ideale per persone che soffrono di allergie, occlusione nasale; I filtri di Vero HEPA e carbone attivo riducono gli odori indesiderati dagli...
  • FUNZIONI CONVENIENTI: 3 impostazioni di velocità-bassa, media e alta, forniscono opzioni per varie condizioni;Equipaggiato con funzioni Luce Notturna con 2...

Altamente efficiente e dal design elegante. Tramite le sue tre velocità potrai togliere dall’ambiente in cui vivi tutte quelle particelle dannose per il tuo sistema respiratorio

La filtrazione è a tre fasi: HEPA (la miglior teconologia, ricordi?) e poi carboni attivi: via gli odori indesiderati, via anche le particelle piccole e l’inquinamento PM 2,5 tipico dello smog. Alta efficienza energetica, tre velocità

È sinonimo di affidabilità, troviamo solo recensioni pienamente positive. L’abbiamo provato: contribuisce a migliorare sensibilmente l’aria di un ambiente. È silenzioso e potente, ha una comoda luce blu. I filtri di ricambio sono economici, uno dei criteri da tenre d’occhi. Non dovrai cambiarli più di una o due volte l’anno

È perfetto per stanze piccole o medie